Juric: ”Abbiamo fatto anche molto meglio di loro come costruzione del gioco, ma ho visto pochissima attenzione nei particolari quando nell’ultimo anno e mezzo siamo stati sempre eccellenti”

Ivan Juric, allenatore del Torino, ha rilasciato alcune dichiarazioni a DAZN dopo la sconfitta contro il Napoli. Queste le sue parole: 

“C’è stata poca
attenzione e gli azzurri, con grandissima forza, hanno saputo approfittare. La partita è
stata fatta bene, ci sono state occasioni per riaprire il match ma la poca
attenzione all’inizio è stata penalizzante. -afferma Juric – Abbiamo fatto anche molto meglio di
loro come costruzione del gioco, ma ho visto pochissima attenzione nei
particolari quando nell’ultimo anno e mezzo siamo stati sempre eccellenti. Non
ho trovato difficoltà. -prosegue Juric – I nazionali mi sembravano meno attenti e anche la
caratteristica dei giocatori in certi momenti ci penalizza un po’. La mia
sensazione è che la partita è stata fatta molto bene ma poi ci sono quei
particolari in cui oggi mi sembra siamo stati fragili. Cercheremo di fare
meglio già nella prossima partita”.

Conclude Juric

Juric in conferenza stampa: 

Ivan Juric, allenatore del Torino, ha parlato in Press Conference dopo la sconfitta col Napoli:  

 

“Dovevamo curare meglio i dettagli. Bisognava essere sul pezzo e concedere
poco. La partita globalmente e’ stata fatta anche bene. Non abbiamo mai creato
tante occasioni come in quest’occasione contro il Napoli. -spiega Juric – Sara’ che i Nazionali
sono arrivati un po’ emotivamente svuotati. Le caratteristiche dei giocatori
del Napoli le abbiamo pagate. Poca cattiveria? No, poca italianità. Il rosso?
Mi sembrava un fallo palese di Mario Rui, magari sbaglio io, ho reagito e sono
stato espulso. Non e’ stato un problema di attaccanti. 

 

 

Raspadori e Simeone
hanno fatto poco. Kvaratskhelia ha segnato su un rimpallo con Djidji. Anguissa
ha giocato benissimo, la gamba di Lobotka e Zielinski ha fatto la differenza.
Buongiorno ha marcato bene Raspadori. -prosegue Juric – Poi arriva Anguissa, che e’ alto 190 cm e
se lo magna. Non e’ stata una bocciatura per Schuurs, sta facendo degli
allenamenti, deve migliorare. Abbiamo fatto degli errori evitabili. 

 

La mia
assenza per squalifica? La mia sensazione e’ che la squadra deve ancora
diventare piu’ tosta, piu’ squadra. Sono ragazzi molto introversi, chiusi, non
e’ facile avere la giusta unione, piccole cose. La squadra deve diventare piu’
forte mentalmente. Miranchuk? Benino, si vede che conosce il calcio. -continua Juric – Radonjic?
E’ un ragazzo particolare, che ti puo’ sorprendere nel bene e nel male. E’
entrato molto bene. C’e’ da trovare la sinfonia giusta. Abbiamo creato
tante occasioni. Lazaro sostituito? Ha dato tanto, poi controllava male la
palla e ho inserito Aina”.

 Conclude Juric

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui