NEWS

MONDIALI 2022

3[mondiali][stack]

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Napoli-Torino, una partita importantissima contro la squadra di Juric che non vuole perdere


Articolo a Cura di Prisco Cutino. 

Alla vigilia della partita Napoli-Torino, che tutti danno per vinta, come una pratica già data per chiusa. Ma, invece, non lo è, come non lo sono mai state le partite contro le squadre allenate da Juric. La partita è difficile e non sarà facile vincerla e Spalletti lo sa bene. Sarà una partita aperta che tutte e due le squadre vorranno vincerla. Lo ha detto Juric: "Veniamo a Napoli per i 3 punti!". Nulla vieta di sognare caro Juric! Di fronte avrai un Napoli determinato a mantenere il primo posto e, magari, staccare ancora di più le altre squadre. 


Il Napoli di oggi, costruito dalla coppia Giuntoli-ADL, è una macchina che non ha ancora espresso tutte le sue potenzialità. Eppure c'è ancor, a una larga frangia di tifosi o pseudo-tifosi che aspettano solo il momento giusto per dare addosso alla coppia che ci sta facendo godere lo spettacolo di un Napoli primo attore. Noi di Mezzostampa, abbiamo sempre dato merito al Presidente per come sta amministrando il Napoli calcio. 


Via ADL! ADL pappone, etc. Noi siamo dal lato opposto a costoro, siamo obiettivi e ci rendiamo conto che oggigiorno bisogna soprattutto guardare ai conti, al bilancio. Non è più il tempo dei Ferlaino, che per portare Maradona a Napoli, si indebitò fino all'osso e dovette cedere il giocattolo già sulla via del fallimento. Caro ci costarono i due scudetti! Oggi invece la gente parla come se noi dovessimo vincere per forza lo Scudetto. 


Purtroppo non è così. Vincere lo scudetto è una cosa difficile e ci sono anche da mettere insieme tanti elementi a favore. Oggi, con la squadra che il duo Giuntoli-ADL ha costruito, possiamo anche sperare nel raggiungimento dell'obiettivo agognato. Ma, meglio non metterci il pensiero, continuiamo a giocare bene come stiamo facendo. Godiamoci il nostro Kvaradona, Kim Kong, Anguissà, Lobotka, Osimhen, etc. Spalletti, col Torino stia attento, metta in campo la migliore squadra possibile, e non faccia esperimenti azzardati. Fuori Osimhen, che non ha ancora recuperato, Politano non ha recuperato al 100%, Lozano in panchina, in attacco, forse, schiererà Raspadori e Simeone dal primo minuto. Il morale della squadra è alto, reduce dal trionfale successo col Milan a San Siro. Ma, ripeto, stiamo attenti perchè il Torino è reduce da due sconfitte di fila. Proprio per questo vorrà rifarsi. 


Questo Napoli, rifatto daccapo, con la perdita di gente come Insigne, Ruiz e Koulibaly, soprattutto, ci ha stupito con i nuovi acquisti: Kim Kong, Kvaradona, Simeone e Raspadori, quest'ultimo segna ormai nella sua squadra e nella Nazionale sempre. E' una squadra votata all'attacco. Il ragazzo-campione Kvaradona, con i suoi dribbling, mette in crisi le difese avversarie. E' la chiave che apre le partite, invece Kim Kong è la chiave che chiude la difesa, assieme a Rahmani. Insomma, Torino o non Torino, urge la vittoria. Siamo fiduciosi.

Prisco Cutino (Direttore Editoriale di Mezzostampa)

Nessun commento: