NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][stack]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

TEMPO DI CULTURA

3[cultura][btop]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Iannone: "Fuorigioco di Bonucci? C'è un problema serio e grave''

Iannone: "Fuorigioco di Bonucci? C'è un problema serio e grave. L'AIA faccia chiarezza"


A Radio Napoli Centrale, nel corso di Un Calcio alla Radio di Umberto Chiariello, è intervenuto Antonio Iannone, ex arbitro. Queste le sue parole:


"Rigori corretti in Juventus-Salernitana? Sì. Gol annullato a Milik? La situazione è più seria di quella che sembra se non ci verrà fornita un’immagine definitiva. Se dovesse essere vera la posizione di Candreva che teneva in gioco Bonucci, si delegittima uno strumento importantissimo come il VAR. -afferrma Iannone - Stamattina con qualche dirigente della Salernitana e qualche addetto ai lavori sfera arbitrale sto cercando di raccogliere informazioni affinché possa comprendere bene quanto accaduto, perché se Candreva è il penultimo difendete della Salernitana, c’è un problema serio e grave che mette in discussione uno strumento validissimo. 


Se dovessi dire di avere la certezza tutte le immagini, affinché possa fare chiarezza su quest’episodio, faccio fatica. Al VAR c’erano Banti e Meli e ci troviamo di fronte due professionalità esperte, ma anche di fronte ad un episodio poco chiaro perché le immagini offerte sono un work in progress. -prosegue Iannone - Immaginiamo se domenica prossima venisse certificato l’errore: la considerazione VAR di fronte ad episodi analoghi come sarebbe preso dalle squadre? Ciò che stento a credere è che nella valutazione del fuorigioco vanno presi i due estremi delle linee perimetrali, altrimenti come faccio la valutazione? Se non ho il grandangolo, non posso farlo perché rischio di perdermi i giocatori. 



Posizione Bonucci? Se Candreva non fosse il penultimo difensore, per me parte da una posizione di fuorigioco passiva. Milik colpisce di testa il pallone, la posizione di Bonucci rientra in un’area geografica critica -che non lo avvantaggia- dove non resta statico, dimostra la volontà di voler colpire. Non c’entra che non disturba Sepe. Ad ogni modo, l’intero movimento deve dare chiarezza a quello che è successo. Bisogna certificare se è stata fatta regolare giustizia sul terreno di gioco. L’AIA faccia chiarezza, altrimenti nelle prossime domeniche ognuno si fa un’idea".

 

Conclude Iannone

 

Nessun commento:

Post più popolari