NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][stack]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

TEMPO DI CULTURA

3[cultura][btop]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Amoruso: “Napoli non commettere l’errore di sottovalutare il Rangers!”


A Radio CRC, nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete”, è intervenuto Lorenzo Amoruso, ex calciatore dei Rangers. Queste le sue parole:

“Napoli? Per come ha battuto il Liverpool e per come sta giocando bene, c’è da ben sperare. In Champions affronterà una squadra che viene da due sconfitte pesanti. -afferma Amoruso - Lo stadio dei Rangers è molto caloroso. I padroni di casa lotteranno fino alla fine, ma il Napoli è superiore. L’unica insidia del Napoli può essere il Napoli stesso che deve capire di non poter pensare neanche minimamente di sottovalutare l’avversario. 

È fondamentale questo passaggio con i Rangers, perché una vittoria proietterebbe in maniera abbastanza preponderante il Napoli verso la qualificazione. I Rangers sicuramente avranno la spinta dei 55.000, ma il Napoli non è nuovo a queste situazioni. -proseue Amoruso - Il secondo anno per Spalletti è quasi sempre il migliore ed è quello che un po’ sta succedendo. La paura è quella che la squadra possa pensare di poter battere i Rangers per la grande prestazione contro il Liverpool. Non si deve commettere l’errore di pensare di essere superiori. 

Il Napoli è dinamico ed impressiona per i cambi di velocità nelle partite. Lì non farà caldo come in Italia, ci sarà il fresco in campo. L’allenatore dei Rangers è un mio amico e non mi sembra abbia mai avuto il polso per motivare la squadra. Quando affronti queste squadre la capacità del Napoli deve essere quella di evidenziare le lacune degli avversari. -aggiunge Amoruso - Per quanto la squadra di Spalletti può essere stanca, ma la superiorità c’è e si deve vedere da subito. Essere leader è una questione di nascita, hanno visto in me un leader nello spogliatoio perché ho sempre messo davanti la squadra prima di ogni egoismo individuale. 

L’ambiente? Io ho giocato con i Rangers in campionato, Champions League ed Europa League e vi garantisco che non ci sono rischi, perché gli scozzesi sono persone molto sportive. Credo che il problema più grosso sia stato la morte della regina, è abbastanza complicata come situazione”

Conclude Amoruso

Nessun commento:

Post più popolari