A
Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Stefan
Schwoch, ex attaccante de Napoli. Queste le sue parole:


“Mettersi a disposizione dell’allenatore
e dei propri compagni è importante, anche se hai il talento di Kvaratskhelia. -afferma 
Schwoch – Spalletti non gli chiede nulla di straordinario, soltanto di aiutare la
squadra. 

L’assenza di Osimhen? Mi aspettavo un impatto simile di Simeone e
Raspadori. L’argentino ha fatto 18 gol su azione lo scorso anno e spesso la
gente se lo dimentico. -prosegue 
Schwoch – Quindi mi aspettavo che l’assenza del nigeriano sarebbe
quasi passata inosservata. Lo scorso anno Osimhen ha fatto meno gol di Simeone. 

Raspadori in Nazionale? Mi aspetto una grande partita. Il Napoli ha tantissimi
giocatori di qualità e Raspadori lo farà vedere anche in Nazionale. 

Zielinski
punto di riferimento? Dovrebbe essere già diventato leader di questa squadra,
l’ho sempre ritenuto il più forte centrocampista del Napoli. -aggiunge 
Schwoch – Per me è il
Lampard di questa squadra, solo che magari non ci crede fermamente nemmeno lui.
Essere qualche volta più spavaldo gli farebbe fare prestazioni diverse. Ha le
qualità per essere un leader totale. Rivedere il Napoli nuovamente con Napoli
al suo fianco mi riempie il cuore di gioia”.

Conclude Schwoch


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui