Barzagli: “Il Napoli si diverte, ha lo spessore per gestire anche parti delle partite” 

Andrea Barzagli, a Sunday Night Square, analizza queto inizio del campionato di serie A. Queste le sue parole:

La Roma? Grande merito all’Udinese, che ha sfruttato gli errori degli avversari e dominato nella
ripresa. -afferma Barzagli – La Roma si è lasciata andare dopo il secondo gol, non è un atteggiamento
giusto per le ambizioni della squadra. La Roma deve fare un salto per tutti gli
uomini. 

 

Qualcuno al di sotto del proprio livello? Per me Pellegrini ha subito
la forza fisica, la Roma non è riuscita a palleggiare, Abraham è stato
intrappolato. prosegue Barzagli come riporta 
dazn.com- Dybala ha provato a fare qualcosa… l’Udinese però è una squadra
brillante. Mou? Fenomeno nel buttare l’acqua sul fuoco. Dire di essere contento
di uno 0-4, no. Strategia fantastica, la perdi 2-0 per errori, non 4-0. Ci
poteva stare un rigore, il palo, Dybala. Tante cose. Ma tante cose fatte male,
anche. 

 

Inter? Ci sono stati tanti errori dei singoli. La sensazione è che
vada tutto bene quando giocano tutto il calcio, mentre s’innervosiscono quando
va tutto bene. Il primo gol nasce da un errore, gli altri due… si può fare di
più. Napoli? Ora si diverte, ha lo spessore per gestire anche parti della
partita. Per Spalletti devono crescere, ma è una squadra che ha temperamento.
E’ la squadra che ha sorpreso di più. 

 

La prestazione della Juve? Dopo 5
partite, una cosa importante l’ha trovata: la solidità difensiva. Fai fatica a
far gol alla Juve. E’ forte, copre le linee di passaggio. Ma non prende in mano
le partite. Se vogliamo però paragonare la vecchia Juve di Allegri a questa,
ora che ha ritrovato la solidità, è diversa. Ogni tanto vedevi la gestione del
possesso, tenere lì l’altra squadra, poi ritornare a difendersi, ripartire e
gestire. -aggiunge Barzagli – Ora manca la gestione. Non tiene più la palla, tutte le volte in cui
riparte può far gol, ma è troppo poco nei 90 minuti. Perché non riesce ad
essere dominante? Non possiamo saperlo. 

 

Ero a Juve-Roma: dopo un primo tempo
buono, con una Roma che aveva fatto male, entri nella ripresa nel tuo stadio mi
aspettavo qualcosa in più. Invece si sono abbassati, senza rischiare, poi un
angolo e pareggi. Non si capisce: intensità e mentalità… non lo so. Mancano
giocatori importantissimi, ma è la mentalità della squadra. La voglia di andare
avanti ci deve essere”. 

Conclude Barzagli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui