NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][stack]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

TEMPO DI CULTURA

3[cultura][btop]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Utime sul Napoli: se ne parla a Radio Crc

 


A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Ciccio Marolda, giornalista.

"Lavori in corso nel Napoli? Sta succedendo in tutte le squadre, molti allenatori hanno visto ancora poco le proprie idee sul campo. Il Napoli ha fatto tutto insieme quello che doveva fare negli ultimi anni, adesso si è trovato a rivoluzionare tutto. È una squadra che deve essere riformata, non credo che sia del tutto completa. Non sappiamo chi sarà il portiere del Napoli, questo non mi sembra un dettaglio. Fossi stato Meret sarei andato via, quest'incertezza ha soltanto un no, la diffidenza che ha l'allenatore nei suoi riguardi. Penso a Sirigu per un secondo portiere di affidamento, ma ho la sensazione che il Napoli pensi al primo. Voti al mercato? Mercato parziale, il voto non c'è. Probabilmente la Juve è avanti, poi l'Inter e Napoli un po' prima del Milan campione d'Italia. Fabian Ruiz? Lo spagnolo non chiede soldi, ha respinto le offerte del club azzurro perché vuole andare via. Forse ha già qualche idea più chiara di dove andare, magari la prossima stagione. Di chi si sentirà più la mancanza? Per il ruolo, penso che mancherà chi fa più gol, quindi Mertens. Un difensore, non come Koulibaly ma efficace, lo puoi trovare e spero che sia Kim. Nella partitina in allenamento mi è sembrato subito ruvido su Osimhen, deve essere corretto. Per quanto riguarda i centimetri, il Napoli ha cambiato filosofia. La personalità può contare, ma nel tabellino non ho mai visto segnato "personalità 2 gol". Il valore aggiunto di questa squadra lo deve fare il gioco e in questo tiro in ballo l'allenatore. De Laurentiis? Lo slittamento sulla multiproprietà è un successo di ADL, mi sembra un segnale per il futuro. Il fatto che abbia mire sul lungo tempo mi fa capire che il Napoli se lo vuole tenere. Non mi piace il rapporto con il pubblico, si è capito che il presidente, al di là delle uscite, il lavoro lo sta facendo. Il pubblico ha diritto di non essere d'accordo, ma l'offesa non è accettabile. Torneranno ad abbonarsi i tifosi della curva B, è un buon segnale".

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Michele Salomone, giornalista.

"Atmosfera a Bari? La piazza ha preso male la decisione della Federazione, basta vedere i Social. È stata una decisione a sorpresa anche l'avvisaglia c'è stata in Calabria con un intervento di Gravina. Parlano di regole che sono cambiate in corso, ma quanti imprenditori investono in regime fiscale e poi se ne trovano in altro e non ci sono ricorsi? Io penso tutto al contenuto che al contenitore: il problema è stato risolto. Padre e figlio non parlano la stessa lingua. Luigi De Laurentiis dice che non hanno deciso ancora chi vendere, mentre il padre dice il contrario. A Repubblica ha detto che al Bari è impedito di andare in Serie A perché c'è il Napoli. Qual è la percezione del tifoso barese? Noi siamo condannati a non sognare la Serie A. Tu, Luigi De Laurentiis, hai dei detto che non potevi investire per questo cappio del 2024 ma a questo punto puoi investire subito. Se investi non sei certo che vieni promosso, ma se non investi sicuro che non vai in A. Questo fa sospettare ai tifosi del Bari che loro non abbiano l'interesse di andare in A. C'è anche il timore che la campagna abbonamenti subisca qualche modifica. Un tifoso mi ha chiesto come richiedere i soldi dell'abbonamento indietro. Qualcuno sospetta che abbiano una trattativa in mano per la cessione di Bari o Napoli, il 2024 poteva essere una data troppo vicina e potrebbero aver informato Gravina di questa situazione".

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Angelo Pompameo, giornalista.

"Olivera guarda con attenzione al campionato italiano, convinto di poter giocare in due moduli. Si è detto non spaventato ma orgoglioso di essere a Napoli. Parole che toccano i tifosi ma che fanno capire tante cose, ha cercato in tutti i modi di spiegare che è venuto qui perché crede davvero in quest'avventura. È stata una conferenza stampa molto loquace. Kvaratskhelia è un calciatore di una tecnica grandiosa, capace di mettere i palloni al centro dell'area e questo può favorire Osimhen. Il georgiano è imprevedibile, si presta al tiro ed abile a rientrare sia sul destro che sul sinistro. Rapporto tra tifosi e De Laurentiis? Ci sono troppe divisioni tra i tifosi, si cerca un colpevole. Ho adottato una politica: giudizio sospeso, per il momento. Domani verrà presentato Kim e conosceremo nelle prossime 72 ore i destini di Petagna, legato a quello di Simeone, e Raspadori".

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Nicola Mora, ex calciatore. 

"Olivera? La gamba sembra averla e spero di vederla presto. Pian piano verrà messo nella condizione e farà vedere il motivo per cui è stato scelto. È un giovane che può fare tanto e lo dimostrerà. Ho l'impressione che Osimhen si trovi in continuo miglioramento e penso che possa trovarsi bene con entrambi i moduli. L'anno scorso l'ho visto fare grandissime cose con Mertens sotto punta, adesso è cambiato qualcosina con il 433. Rimane un po' più solo al centro, ma ha comunque dei fornimenti continui da entrambi i lati. Con il 433 vengono più fuori le qualità degli esterni. Credo che Spalletti con questi interpreti possa giocare alternando i due moduli, perché Osimhen sicuramente è il valore aggiunto di questa squadra. Mercato? Simeone e Deulofeu potrebbero fare grandissime cose. Credo che il Napoli abbia fatto benissimo, non con grandissimi nomi ma sta costruendo una squadra competitiva".

 

Nessun commento:

Post più popolari