NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][stack]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

TEMPO DI CULTURA

3[cultura][btop]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Bagni: "Scudetto? Il nostro segreto è stato il gruppo, ringrazieremo Maradona per i prossimi duemila anni''

 Bagni: ''Nel Napoli per rivincere sono mancati i leader, perché senza di loro si può arrivare al massimo secondi o terzi''

Salvatore Bagni, ex centrocampista di Napoli e Inter, ha rilasciato un'intervista a La Repubblica in cui ha ripercorso lo Scudetto vinto con gli azzurri. Queste le sue parole: 

 

"Il nostro segreto è stato il gruppo. Parto dal presente. -afferma Bagni - Siamo rimasti tutti in buoni rapporti tra di noi e ci sarà un motivo. Un’amicizia simile, come quella vissuta in campo e soprattutto fuori da quel gruppo, nella mia lunga carriera in altre squadre non mi è mai capitata di riviverla. Non abbiamo mai smesso di frequentarci, stavamo bene insieme allora e anche adesso".

 

Come si creò quell'alchimia?

 

"In maniera spontanea, non c’era bisogno di parlare tanto. In quel Napoli si scherzava ed era tutto finalizzato al divertimento. -prosegue Bagni - Anche ipiù giovani potevano prendere in giro i più esperti".

 

Eppure c'era Maradona, il mito...

 

"Ma lui era Diego, non Maradona. Lo ringrazieremo per i prossimi duemila anni, perché è lui che ci ha fatto vincere. -aggiunge Bagni - Nello spogliatoio però era come tutti gli altri. Io l’ho conosciuto forse più di tutti: alla mano, socievole. Non poteva mai esserci la paura di offenderlo, era innanzitutto un nostro amico".

 

E' Maradona che vi ha fatto vincere, diceva. Il Napoli senza Diego non ci è riuscito più...

 

"Capisco cosa intende e condivido, analizzando le ultime stagioni. Nel Napoli per rivincere sono mancati i leader, perché senza di loro si può arrivare al massimo secondi o terzi. Le responsabilità non si dividono in parti uguali, alcuni giocatori devono prendersene di più. -sottolinea Bagni -  Noi avevamo Maradona e altri giocatori di personalità. Ma nell’era De Laurentiis si potevano vincere due o tre scudetti: è mancato sempre un passo, l’ultimo. Quest’anno era un torneo equilibrato, da agosto avevo detto che gli azzurri erano la squadra da battere. Il Milan per me era inferiore".

Conclude Bagni

Nessun commento: