Lucariello: “Napoli, se parte Victor Osimhen, piace Giovanni Simeone del Verona”

Gianfranco Lucariello, nella sua rubrica curata su NapoliMagazine.Com, scrive del momento attuale che sta attraversando il Napoli e la tifoseria azzurra. Il giornalista fa anche qaualche riferimento al mercato del Club di Aurelio De Laurentiis. Queste le sue parole:

”La piazza, gioie e dolori, tutti
contro tutti, come mai era capitato prima. Soffre e si agita la gente di fede
azzurra imbarazzata e preoccupata per l’immediato futuro. -afferma Lucariello -Secondo il tifo più
acceso, sono diverse le situazioni che riguardano partenze e mancate conferme
di una parte della truppa azzurra, ed a ben poco servono le operazioni già
concluse e che – è vero – servirebbero a colmar alcune lacune, come quella
sulla fascia sinistra. 


Ebbene il club – e anche questo è vero – appare presente
in diversi affari di calciomercato. E per calmare i bollenti spiriti della
tifoseria neanche le voci che riguarderebbero la conferma del Comandante
Koulibaly per un’altra stagione sembrano servire a tale scopo. -prosegue Lucariello – C’è un principio
base e sacrosanto nel calcio: chi vuole vincere non può e non deve cedere i
giocatori importanti, quelli che vanno in campo e si battono fino alla morte, a
maggior ragione quelli che al di là del carattere battagliero vantano anche
qualità tecniche specifiche. 


Come nel caso di Victor Osimhen, un calibro
novanta che a quanto pare fa gola a parecchi club, soprattutto quelli del
calcio inglese. -aggiunge Lucariello – In realtà tutto filava liscio e sotto silenzio, se non che allo
scoperto è uscito lo stesso attaccante che candidamente ha posto le carte in
tavola, scatenando un’iradiddìo: “Mi vogliano in Spagna e in Inghilterra, non
so quale sarà il mio futuro…”, in altre parole il suo futuro potrebbe essere
altrove e non più azzurro. 


D’altronde il patron non ha mai posto condizioni
particolari in sede di calciomercato, se non quelle relative alla valutazione
del bomber azzurro: per cento milioni di euro l’affare si può fare. Insomma
Osimhen potrebbe avere già la valigia pronta per lasciare la città in riva al
Golfo per altre destinazioni. -ritiene Lucariello –  E qualcosa di reale sotto sotto c’è, c’è un altro
indizio sacrosanto che fa pensare ad una possibile partenza dell’attaccante
africano. 


E’ presto detto. Si tratta di voci naturalmente e in queste voci ci
sono quelle che ripetutamente riferiscono dell’interessamento del Napoli per
Giovanni Simeone. Il Cholito potrebbe riempire l’eventuale vuoto lasciato lì al
centro dell’attacco, in sostituzione di Victor in partenza per altri lidi. -riporta Lucariello –  L’ipotesi è al momento più che attendibile in considerazione
dell’interessamento e dei contatti che sono in atto. Nel giro delle voci c’è
quella di Alessandro Moggi, agente del giocatore e intermediario dell’affare. 


D’altra parte Simeone un po’ di gol nella stagione appena conclusa li ha fatti
(17) e senza calciare penalty (Osimhen ne ha realizzati 14, ndr), vuol dire che
il suo biglietto da visita non è quello di un’eventuale controfigura. -spiega Lucariello -Sulle
piste dell’argentino – che l’Hellas Verona ha riscattato dal Cagliari per 10
milioni e mezzo di euro – oltre al Napoli c’è anche il Cagliari. Chissà cosa ne
pensa Spalletti che finora ufficialmente non ha aperto bocca sulle operazioni
di mercato già concluse e se soprattutto è d’accordo con il ruolo di candidato
allo scudetto del Napoli, tenendo presente i diversi casi di difficile
soluzione che riguardano azzurri: dopo Ospina e Mertens, le attuali sofferenze
sono quelle relative a Politano, Demme, Ounas, Fabian Ruiz e Petagna.

Conclude Lucariello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui