NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][stack]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

TEMPO DI CULTURA

3[cultura][btop]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Pecchia vorrebbe Gaetano ancora alla Cremonese, ma il Napoli potrebbe perdere ancora un ... ultimo tram

Cremonese, Pecchia: “Mi piacerebbe se Gaetano restasse con noi anche in serie A, ma adesso è presto”

Ancora un tema attuale che investe il mondo del calcio. Giovani si, giovani no. Giovani da far giocare in prima squadra ed inserire in serie A -come avviene in molti campionati europei- e giovani da dare in prestito ad altre squadre di serie minori fino a quando non ...maturino. 


Ma aspettando una maturazione che, magari, avviene, ma che non si vede o si preferisce non vedere, molti ragazzi talentuosi si perdono e con loro perdono grandi occasioni anche le società proprierarie del cartellino. Il problema è che nel cacio si parla, si parla, ma mai si viene ad un conclusione e, se si comprende -anche con ritardo- che bisogna cambiare rotta e seguire modelli societari virtusi e competitivi allo stesso tempo, non si arriva mai a prendere l'ultimo tram...

Il caso da rimarcare ora riguarda il Napoli e Gaetano, centrocampista o attaccante della Cremonese, in prestito dal Napoli, e della Nazionale Under 21 


Dopo la festa per la promozione in A, per la Cremonese è già giunto il momento di programmare il futuro. Il lavoro che attende i grigiorossi in estate, considerando i molti gioielli soltanto in prestito a Cremona, sarà particolarmente impegnativo. Sul tema si è soffermato anche il tecnico Fabio Pecchia, intervistato in esclusiva da La Gazzetta dello Sport

“Di certo non mi dispiacerebbe, ma serve la volontà sia dei giocatori sia delle società proprietarie del cartellino. Vedremo, in questo momento è ancora presto per parlare di futuro. Comunque vada a finire, tutti questi ragazzi giovani dovranno essere riconoscenti per sempre alla Cremonese, che li ha lanciati nel grande calcio. C’è un giocatore che non ho trattato molto bene. Se dovessi tornare indietro non lo rifarei. Invece sono stato molto contento di aver insistito con il centrocampo a due: Gaetano e Fagioli hanno dimostrato di saperlo reggere. Dopo il KO di Pisa mi hanno massacrato ma io ho tenuto duro”. 

 


Conclude Pecchia.

 

Nessun commento: