Beppe Accardi, agente, ha rilasciato alcune dichiarazioni a “Radio Goal” su
Kiss Kiss
Napoli. Queste le sue parole:

“Spezia-Napoli? Si poteva evitare di giocare alle 12:30 perché il caldo di questi giorni è esagerato, ma dobbiamo accettarlo perché dipende dagli impegni televisivi. -afferma Accardi – Una finestra di mercato durante i Mondiali?Secondo me le finestre giuste di mercato dovrebbero essere dal 15 giugno fino a

fine luglio, perché le operazioni si fanno maggiormente in quel periodo, e poi ripristinare il mercato di ottobre. 

A gennaio diventa tutto più difficile, gli allenatori si ritrovano tanti giocatori con delle problematiche. Non è un vero
mercato di rinforzo. -prosegue Accardi -prosegue Accardi – Siamo abituati negli ultimi anni alla follia totale, dopo
poche partite se un giocatore non si è inserito iniziano i malumori. La programmazione di una società è talmente importante che un club a fine maggio deve avere già allestito le operazioni da fare. 

Tutti gli allenatori vorrebbero la squadra completa in ritiro, ma questa è un’utopia.  -ritiene Accardi – La comunicazione è
determinante, le operazioni che vengono fuori le devi chiudere prima. Con una sessione lunghissima diventa una partita a scacchi e per i giocatori diventa un massacro psicologico. La cosa buona è che siccome è un baraccone, quando chiude il mercato passiamo dal litigare a diventare tutti amici”.

 

Conclude  Accardi

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui