NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][stack]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

TEMPO DI CULTURA

3[cultura][btop]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Petruzzi: "Il Napoli ha più motivazioni della Roma, si gioca lo scudetto"

Il Napoli è molto forte sugli esterni, lì si può creare l'uno contro uno

Fabio Petruzzi, ex difensore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni a "Maracanà" su TMW Radio. Queste le sue parole:

"Abraham per me è più completo di Osimhen, che fa anche reparto da solo ma che va a strappi. Sono due giocatori diversi ma entrambi importanti. -afferma Petruzzi - La chiave di stasera? E' una partita molto importante anche per la Roma. Il pareggio della Juventus ha reso di nuovo interessante il quarto posto. Dipende dalla Roma, quella vista col Bodo è stata grande. Deve andare lì con la consapevolezza di aver preso la strada giusta che ci aspettavamo con l'arrivo di Mourinho in panchina. Di contro c'è una squadra con più motivazioni, perché si gioca lo Scudetto e non può sbagliare ancora una volta. E' una partita molto aperta. 


Il Napoli è molto forte sugli esterni, lì si può creare l'uno contro uno. Dietro ad Abraham ci può essere Zaniolo. Se sta come col Bodo è devastante. -prosegue Petruzzi -A centrocampo non so quanto può resistere al palleggio del Napoli, ma la Roma può far male con Pellegrini e Zaniolo dietro le linee. -aggiunge Petruzzi - Le parole di Di Canio? Nessuno si è esaltato troppo, hai raggiunto una semifinale di Conference. Anni fa si giocava anche la Coppa delle Coppe e non è che fosse di così grande livello ma si esultava lo stesso. Nessuno si è esaltato, il Bodo non è scarso ma una buona squadra. 


Nei primi tre precedenti non era stata la vera Roma, ma il Bodo aveva vinto con l'Az Alkmaar, con il Celtic, non è così male. Ora la Roma incontrerà il Leicester, che è di un altro livello. Giusto non esaltare anche singoli come Zaniolo, il cui campionato è stato deludente finora. Zaniolo però è quello visto col Bodo. Se comincia a capire che deve cominciare a lavorare con i compagni, in futuro può diventare devastante". 


Conclude Petruzzi.

 

Nessun commento: