NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][stack]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

TEMPO DI CULTURA

3[cultura][btop]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Fontana: ''Napoli-Fiorentina? Pesa di più l’assenza di Torreira per la Viola invece che quella di Anguissa''

Fontana: "Napoli-Fiorentina? L'assenza di Torreira pesa più di quella di Anguissa"

 

                                  

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Gaetano Fontana, ex calciatore del Napoli ed allenatore. Queste le sue parole:


"Il mio calcio era più pratico e viveva di più sulle qualità individuali. Nasceva la tattica abbinata all’abilità calcistica. Oggi è un vantaggio per i giocatori avere informazioni su come ragiona un singolo elemento avversario, ci sono conoscenze sui principi e gli sviluppi più approfonditi. Oggi c’è una conoscenza diversa e per un atleta questo è un vantaggio. 


Siamo indietro in Italia rispetto ai campionati stranieri perché c’è una cultura che differenzia le cose. Chi ti dà intensità, chi ti dà volume di corsa sono i giocatori evoluti ma allo stesso tempo giocano. In Italia facciamo fatica a reclutare giovani calciatori che al primo errore bocciamo, siamo costretti ad appoggiarci all’usato sicuro. Negli altri Paesi hanno la pazienza di aspettare invece. 


Napoli-Fiorentina? Pesa di più l’assenza di Torreira per la Viola invece che quella di Anguissa. Le squadre cercano di bloccare Torreira nella prima costruzione e Italiano lo sgancia appoggiandolo agli attaccanti, cosa che è risultata vincente perché con i suoi inserimenti ha anche determinato alcune partite. Lui ha raggiunto una completezza e mancando lui sarà un vantaggio per il Napoli. Anguissa recentemente è venuto meno e il Napoli ha trovato nuovi equilibri in quella zona di campo. 


Benevento in Serie A? C’è la possibilità, vincendo la partita da recuperare andrebbero a 3 punti dalla prima. L’organico è pronto per andare fino in fondo, anche se non è semplice vincerle tutte. Caserta vive per il calcio e fa esprimere i suoi giocatori al meglio. Ci possono essere dei cali, sono pur sempre uomini. Il Covid incide tanto, non è un’influenza da smaltire. Bisogna mantenere accesa la luce, la scintilla che faccia intuire che possono giocarsela fino alla fine".
Conclude Fontana

Nessun commento:

Post più popolari