Italiano:
“Serviranno testa, gambe e cuore contro la squadra più forte in assoluto
soprattutto davanti al suo pubblico, contro il Napoli sarà un esame, stimo
molto Spalletti”

Vincenzo Italiano, allenatore della
Fiorentina
, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa alla
vigilia della sfida contro il Napoli. Queste le sue parole:

 

“E’ stata una buona settimana,
abbiamo lavorato bene, ci avviciniamo bene a una partita difficilissima contro
una squadra che è in forma e sin dal’inizio dell’anno si sapeva essere tra le
favorite per la vittoria finale e l’ha confermato. -afferma Italiano -Andremo davanti a un
pubblico delle grandi occasioni, dobbiamo farci trovare pronti, il Napoli
cercherà di metterci in difficoltà e dovremo cercare di controbattere in tutte
le maniere. 


Quali motivazioni peseranno di più? Ne ho parlato coi ragazzi,
abbiamo ancora alcune partite non semplici con squadre di alto livello che si
giocheranno tutte qualcosa.- prosegue Italiano – le motivazioni sono quelle di cercare di ottenere
il massimo in questo finale di stagione, ci concentriamo su questa, cercheremo
di fare una grande partita, ci servirà per il prosieguo e per uno step di
crescita, contro una squadra in grande forma che se la lasci esprimere ti
prende a pallonate. Sono tutti giocatori di qualità, talento, hanno estro e
inventiva, lavorano tanto sulle palle inattive, servirà la massima attenzione. 


Cercheremo di fare di tutto per limitarli, metterli in difficoltà, ci
giocheremo le nostre carte, ci arriviamo bene, è un altro esame per i ragazzi,
per noi, per la società, per tutto ciò che riguarda la Fiorentina. -aggiunge Italiano -Mi auguro
che questi 300 tifosi ci spingeranno dal primo all’ultimo minuto e cercheremo
di renderli orgogliosi di noi. 


Uscire dal Maradona senza prendere gol? Si cerca
di fare così in tutte le partite, ma in Serie A contro squadre forti è dura
inanellare clean sheet, chi lo fa in Serie A lotta per lo Scudetto e per grandi
obiettivi, vuol dire che si è fortissimi a livello difensivo, noi stiamo
crescendo da questo punto di vista, non stavo lì a guardare questo dato, ma può
essere un obiettivo per domani, cercare di essere più bravi, più concentrati. -spiega Italiano – La nostra idea è cercare di fare gol, se non si subiscono reti è anche merito
di tutti, cercheremo di crescere anche da questo punto di vista. 


Dobbiamo
affrontare tutte le partite con grande serenità
cercando di proporre quello che
ci ha permesso di arrivare in questa posizione di classifica, se dovessero
arrivare sconfitte le vivremo con serenità. -aggiunge Italiano – Il nostro è un cammino importante,
abbiamo la possibilità di mettere la ciliegina su un campionato già ottimo.
Cercheremo di farci scivolare addosso eventuali momenti negativi, ma scendiamo
in campo sempre per rendere al massimo. 


Il centrocampo del Napoli è fortissimo,
ha tutte le caratteristiche possibili e immaginabili: qualità, velocità di
pensiero, fisicità, rapidità, arrivano alla conclusione dai 20 metri, Ruiz è un
cecchino, ci sono Zielinski, Lobotka, Demme, è un reparto tra i più forti che
ci siano. -sottolinea Italiano – Piedi invertiti? Negli ultimi 20 metri portandoli in mezzo al campo
crei densità, si richiede di cercare di venire al tiro, di dare una mano alla
punta che se viene isolata in mezzo ai difensori va in grossa difficoltà.
Abbiamo tanti esterni che sanno mettere palloni velenosi dentro l’area. Dipende
anche dall’avversario. 


Abbiamo assenze importanti, giocatori di qualità e
esperienza ma i sostituti sono all’altezza, ruotandoli tutti, tenendoli
inseriti, riusciamo ad avere una grande identità. Ci vorranno testa, gambe,
cuore, andiamo ad affrontare la squadra più forte in assoluto, soprattutto
quando è davanti al suo pubblico, domani ci vuole sicuramente una grandissima
gara della Fiorentina. -riporta Italiano – Ci sono assenze importanti, squalifiche, infortuni, ma
nelle ultime due partite il trio che si è proposto ha fatto due gare di
grandissimo livello. In grande crescita Alfred Duncan, Castrovilli, Amrabat ha
risposto sempre presente, mi ha stupito anche lui, mi si raccontava di un
carattere poco gestibile invece si è sempre comportato bene, grande
professionista, ha sempre dato una mano alla squadra quando chiamato in causa e
sono convinto che domani farà una grande partita, ha la possibilità di
sfoderare tutto il suo potenziale e mi auguro possa ascoltare queste parole. 


C’è stata sempre grande fiducia, dispiace per chi non è della partita, ma le
rotazioni ci stanno, chi va in campo si deve tenere stretta la maglia e cercere
di fare grandi prestazioni. Amrabat e il Ramadan? E’ un leone, gli ho detto che
domani mattina gli faccio mangiare un tiramisù! Stanno bene, non c’è problema. -ribadice Italiano – La nostra Primavera è squadra di qualità, è una squadra forte, negli ultimi
anni ha vinto tanti trofei, andrà a giocarsi la finale di Coppa Italia, c’è
grande talento, giocatori di grande prospettiva, sono in orbita prima squadra,
si allenano con noi, sono giocatori che secondo me avranno un grande futuro
soprattutto perchè continuano a stare a un livello alto.


 

Spalletti? Penso che
anche al mister piaccia incidere
, determinare, avere il possesso della partita,
giocare dentro la metà campo degli altri. -continua Italiano – le sue squadre sono sempre offensive,
fanno tanti gol, sono squadre che giocano, che se gli lasci il pallino hanno
tante soluzioni, ho grande stima, è un grandissimo alleantore, ha portato il
Napoli a un livello altissimo, grande stima da parte mia per uno degli
allenatori più bravi d’Italia. 


Il Napoli cosa deve temere della Fiorentina? Non
so cosa possa temere, non so cosa abbia in testa il Napoli e il suo allenatore
di quello che pensano della Fiorentina, cercheremo a fine partita di far
parlare di noi ai nostri avversari e a chi viene a vedere la partita. Nessuna
partita mi lascia tranquillo. Abbiamo capacità, sono rimasto stupito per le
qualità messe in campo a San Siro e domani serve una partita che richiede
quella personalità, andare contro 60mila spettatori richiede sacrificio,
qualità e giocare bene a calcio, altrimenti si viene fuori con le ossa
rotte”. 

Conclude Italiano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui