NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][stack]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

TEMPO DI CULTURA

3[cultura][btop]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Casini, nuovo presidente della Lega Serie A: primi commenti e considerazioni

Dopo le dimissioni di Paolo Dal Pino, l’assemblea della Lega Serie A, nella sede di via Rossellini, ha eletto il nuovo presidente. E’ Lorenzo Casini professore ordinario di diritto amministrativo e capo gabinetto del ministero della Cultura



Questi i primi commenti e considerazioni sul nuovo presidente della Lega Serie A:


Valentini a Radio Marte: "Casini nuovo presidente di Lega è anche una vittoria di De Laurentiis"

 "Si poteva fare uno sforzo per aiutare la Nazionale e Mancini. Uno flop sarebbe un contraccolpo non solo per il calcio italiano ma per l'intero movimento. Abbiamo già fallito nel 2018, due esclusioni consecutive sarebbero una bruttissima notizia. In Lega purtroppo c'è un clima sempre avvelenato e di contrapposizione. Poi della Nazionale ci si ricorda solo quando bisogna festeggiare.

Casini nuovo presidente di Lega? Ha lo stesso vantaggio e svantaggio: non conosce il sistema. Hanno vinto anche De Laurentiis e Lotito. Ha preso 11 voti, la Lega non è compatta. Avrei auspicato un consenso più ampio, sarebbe stato il frutto di un'intesa e di un accordo ma purtroppo la Lega non è compatta e questo non depone bene. La Lega continua a essere un condominio litigioso.

Americani nel calcio italiano? A parte i quattrini non hanno portato grandi novità. Chi parla di Lega sul modello dell'NBA però non sa di cosa parla, sono cose completamente diverse. Mi fa piacere che il campionato di quest'anno sia così combattuto con 3-4 squadre che possano ambire allo Scudetto. Il Napoli ha perso una chance d'oro con il Milan ma oggettivamente è un bel campionato".

                      

Colombo: "Presidente Lega Serie A? Casini è stato l’unico a dare disponibilità"

 A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuta Monica Colombo, giornalista: “Casini è il candidato di De Laurentiis e Joe Barone e poi sostenuto da Lotito. L’unico a dare disponibilità e l’unico a presentarsi oggi, ha ottenuto gli undici voti necessari per essere eletto presidente di Lega Serie A. Se l’auspicio dei presidenti era quello di avere una figura che rappresentasse tutte le società in larga maggioranza per portare avanti le battaglie e i problemi del calcio sul tavolo in questo momento, non si può dire che ciò sia avvenuto perché ha ottenuto il minimo sindacale dei voti. Resta da capire, nel segreto dell’urna, visto che si partiva da una base certa di otto voti, quali sono i tre che si sono accodati. Resta da capire se le squadre con la proprietà americana, ovvero le più dubbiose e desiderose di un rispetto formale delle procedure, abbiano cambiato idea. Abodi rispetto a ieri ha fatto un passo in avanti perché ieri non voleva mandare nessuna formalizzazione della candidatura aspettando Casini, invece oggi per rompere anche la ritrosia dei club di proprietà americana aveva mandato una lettera dicendo ‘Io ci sono solo quando non ci sono più candidati sul tavolo’. Oggi Casini è arrivato ed è stato eletto. Blitz di De Laurentiis, Lotito è stato bravo”.

 

FIGC - Il presidente Gravina: "Auguro a Casini di ricompattare in tempi brevi la Lega Serie A"

 "Buon lavoro al neo eletto presidente Lorenzo Casini. Gli auguro di ricompattare in tempi brevi la Lega Serie A e di esprimere una leadership in grado di rappresentare al meglio, in un'ottica di sistema, gli interessi dei club del massimo campionato". Cosi' il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, commenta l'elezione del nuovo presidente di Lega A con il voto di 11 club. "Il calcio italiano - aggiunge Gravina - ha sfide molto importanti da affrontare, impossibili da vincere senza una Lega di A autorevole e responsabile".

 

Nessun commento: