NEWS

MONDIALI 2022

3[mondiali][stack]

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Allegri mira ancora più in alto con la sua Juventus, ma dimentica molte cose ...

 


Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni, a Dazn, dopo la vittoria contro la Salernitana.  La sua soddisfazione, dovuta all’essersi avvicinato al quarto posto, è palese nel momento in cui manifesta anche una velata speranza di andare anche oltre al quarto posto e di poter riaprire il campionato per la lotta Scudetto.


Aspirazione lecita e giustificata dal trend di risultati positivi e vittorie che ha inanellato la sua Juventus. Sicuramente è un annata fortunata per le tre Big del massimo torneo nazionale – Milan – Inter e Juventus – che non hanno subito varie continue e clamorose penalizzazioni per errori arbitrali. 


Infatti, tranne un paio di  episodi, la squadra rossonera non può certo appellarsi a reiterate decisioni dei direttori di gara avverse alla squadra di Pioli. Gli episodi riguardano un gol dell’Udinese segnato da Udogie con l’aiuto forse di un braccio ed il clamoroso caso dell’arbitro Serra. Il direttore dei gara non concesse il vantaggio al Milan fischiando una punizione che rese vano il gol di Messias allo Spezia.


Si è ben consapevoli che i riflettori nazionali sono puntati principalmente sui Club prestigiosi che hanno scritto la storia del calcio italiano, anche con la compartecipazione di altre società meno fortunate alle quali –a volte- la Dea Bendata ed altri fattori contingenti hanno negato loro il potersi sedere ai tavoli imbanditi per le grandi cerimonie di consacrazione.


Molti addetti ai lavori, tifoserie, vari opinionisti ed altri fanno rilevare che –per organizzare vari banchetti riguardanti conquiste di tornei prestigiosi – bisogna far in modo che il tutto venga riferito a manifestazioni non reiteratamente chiacchierate e non prive di quella trasparenza dovuta ad una necessaria etica sportiva e di vita.


A nulla serve tacciare di vittimismo persone che vengono anche definite complottiste per il solo fatto di elencare molte situazioni poco chiare nelle quali vengono penalizzate alcune squadre che avrebbero il diritto di partecipare ai banchetti sopra citati.


Il Napoli, di fatto, è la squadra che è stata maggiormente penalizzata da illo tempore da decisioni arbitrali che hanno fatto perdere alla compagine azzurra vari successi.


Facile glorificare, a fine stagione, chi vince e dimenticare coloro che sono stati vittime di sfortunati e continui episodi volutamente dimenticati per non rovinare la festa dei commensali …

-… e così tra la Super Coppa disputata a Pechino

-Lo Scudetto di Sarri perso in un ...albergo di Firenze,

- Le sfortunate direzioni arbitrali dello scorso anno a Cagliari e contro il Verona, che furono determinanti (insieme ad atre concause tecniche riguardanti il gioco del Napoli) per la mancata qualificazione alla Champions League della presente stagione.

-Gli infiniti casi di rigori non concessi ed altri concessi con generosità agli avversari

-L'ammonizione (a detta di molti addetti ai lavori) inesistente ad Osimhen nella gara contro l'Udinese. Sanzione che farà scattere la squalifica dell'attacante nigeriano. Il Napoli si presenterà sul difficile campo di Bergamo ed in una partita delicatissima per la lotta Scudetto, senza la sua 'punta di diamante'

- ecc ecc ecc


… e così, però ci si ritrova (guarda un po’ tu…) davanti alle dichiarazioni spensierate e velleitarie di Massimiliano Allegri:

 

LOTTA SCUDETTO – “Siamo stati bravi ad aggredire la partita, poi nel secondo tempo eravamo più stanchi ma l’importante era vincere, allungare su chi insegue e ora siamo a -4 dal secondo posto (dal Napoli, ndr), ma anche l’Inter potenzialmente ha quattro punti più di noi avendo una partita in meno. Per noi in questo momento è già un bel traguardo, ma soprattutto ci consente di passare una buona sosta, recupereremo un po’ di giocatori per lo sprint finale. Scudetto? La favorita per me resta ancora l’Inter“.

Nessun commento: